Una volta conseguito il permesso di soggiorno, la posizione del cittadino extracomunitario è svincolata dalla procedura di emersione, e deve essere valutata tenendo conto dei fatti sopravvenuti, i quali possono avere effetto sanante ex art. 5 comma 5 del Dlgs. 25 luglio 1998 n. 286 (a proposito della scoperta tardiva di ostacoli alla sanatoria v. CS Sez. III 6 febbraio 2015 n. 622).

- Leggi la sentenza -


Ed ancora: CS Sez. VI 27 luglio 2010 n. 4887; TAR Brescia Sez. I 26 gennaio 2016 n. 154; TAR Brescia Sez. I 7 dicembre 2015 n. 1674.

Ne consegue che la Questura è tenuta a esaminare la situazione attuale (v. art. 21-nonies della legge 7 agosto 1990 n. 241), accertando la condotta mantenuta durante il soggiorno in Italia e il grado di inserimento sociale e lavorativo raggiunto. È onere dell'interessato sottoporre all’amministrazione ogni elemento utile sotto questo profilo.