La vicenda appare ricadere nell’ipotesi di cui all’art. 14 comma 6 del DPR 394/99, il quale stabilisce che “Salvo che sia diversamente stabilito dagli accordi internazionali o dalle condizioni per le quali lo straniero è ammesso a frequentare corsi di studio in Italia, il pds per motivi di studio può essere convertito, prima della scadenza, in pds per motivo di lavoro..."

- Leggi la sentenza -


"La disposizione si applica anche agli stranieri ammessi a frequentare corsi di formazione ovvero a svolgere tirocini formativi in Italia. In tali casi la conversione è possibile soltanto dopo la conclusione del corso di formazione frequentato o del tirocinio svolto”
Il primo profilo ostativo evidenziato dal SUI risulta sanato dai versamenti contributivi effettuati, come comprovato dal DURC favorevole rilasciato alla ditta. Inoltre, dalla data di assunzione degli esponenti in qualità di dipendenti, la CIG ordinaria è stata concessa per sole 4 settimane, e poi l’attività è proseguita regolarmente.
Peraltro, appare dubbia la qualificazione della trasformazione del rapporto come “nuova assunzione”, trattandosi di personale già inserito nell’impresa nella forma del tirocinio.